Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Sabato 23 Giugno 2018 Meteo: Meteo

Rivalutazione energetica e detrazioni d’imposta

Un binomio da non sottovalutare

Le leggi fi nanziarie 2007 e 2008 (Lg. n. 296/2006 ; Lg. n. 244/2007) rappresentano un punto di partenza per la realizzazione sia di interessi privati che di ordine generale, così come sostenuto anche da organismi territoriali come
l’Agenzia per l’Energia e l’Ambiente della Provincia di Perugia.

Gli stessi si sono fatti portavoce di una tendenza comune volta al risparmio energetico inteso, sia come sostenibilità dei costi per imprese e cittadini (nonché protezione del potere d’acquisto dei relativi redditi) sia come ecosostenibilità delle fonti di energia sfruttate.

Entrambi i risvolti sono confl uiti in misure fi scali di natura agevolatoria, tra cui quella relativa alla detrazione applicabile all’imposta lorda (IRPEF o IRES) per una quota pari al 55% delle spese sostenute dal contribuente.

In forza del titolo di proprietà o di possesso di un immobile ad uso abitativo o imprenditoriale (opifi ci), il benefi ciario deve aver sostenuto dall’anno d’imposta 2007 all’anno 2010 alcune spese relative a: prestazioni professionali, ivi comprese le certifi cazioni dei lavori e spese per la realizzazione dei seguenti interventi: la riqualifi cazione energetica e gli interventi sull’involucro (pareti, pavimenti, coperture, fornitura e posa in opera di infi ssi e fi nestre) di edifi ci esistenti, l’installazione di pannelli solari, ovvero la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale.

Tali detrazioni competono per importi che devono essere debitamente documentati in sede di dichiarazione annuale dei redditi, condizione necessaria per poterne fruire.

Invia una domanda