Il nostro Network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels/Alloggi | Ristoranti/Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | Youtube | Google+ | iPhone | Android | Windows Phone |
Sabato 23 Giugno 2018 Meteo: Meteo

Da una vecchia casa a una casa a basso consumo: come ristrutturare secondo CasaClima



Coibentazione solaio controterra (XPS cm 10)

Coibentazione solaio controterra (XPS cm 10)


Una CasaClima è caratterizzata da un alto grado di isolamento termico, da un’impiantistica ottimale, da una realizzazione accurata e da grande comfort abitativo. Questo concetto non riguarda solo le nuove costruzioni, ma anche le ristrutturazioni di edifici esistenti.

Innanzitutto isolare

Bisogna puntare innanzitutto sull’isolamento dell’involucro esterno, è la via principale per ottenere la riduzione del fabbisogno energetico e un buon comfort abitativo. E’ preferibile sempre un isolamento a cappotto posto esternamente, ove ciò non sia possibile si interviene dall’interno, in questo caso però occorre risolvere attentamente due problemi che si presentano: i ponti termici e il possibile formarsi di condensa (macchie, muffe, distacco dell’intonaco, ecc). Per avere abitazioni a risparmio energetico CasaClima, in zone climatiche come Perugia, è buona norma in genere non scendere sotto i 10 cm di spessore come isolamento per le pareti e 14 cm in copertura se si vuole ottenere una abitazione in Classe A (bisogna comunque sempre fare il calcolo). Particolare attenzione va posta nella scelta degli infissi e dei cassonetti per gli avvolgibili se previsti. Questi ultimi in particolare devono essere opportunamente isolati, a tenuta all’aria e rispettare la direttiva tecnica CasaClima. Facendo due conti, se si considera una spesa del 10% in più sul costo di ristrutturazione rispetto allo standard corrente e si tiene conto degli incentivi fiscali per le detrazioni del 55% sui lavori di riqualificazione energetica, i soldi spesi in partenza vengono ampliamente ammortizzati nel breve periodo (circa 4 anni).

CasaClima la Certificazione con marchio di Qualità

La caratteristica fondamentale del Certificato CasaClima è che non si tratta di un’autocertificazione (in cui ognuno si cerca il suo certificatore), ma di un documento che viene rilasciato da un Ente pubblico Indipendente, l’Agenzia CasaClima (www.agenziacasaclima.it) che fa riferimento alla Provincia di Bolzano, a cui si rivolgono sempre più numerosi anche dalle altre Regioni d’Italia per la serietà della certificazione e perchè è considerata un marchio di qualità. La certificazione è una garanzia per l’utente finale, solo al termine dei controlli del progetto e del cantiere l’edificio otterrà il certificato, cioè viene verificata la corrispondenza tra il progetto e il risultato finale dell’opera costruita, a differenza invece delle attuali normative nazionali che non prevedono nessun controllo, ma solo la consegna di un fascicolo di carte.



Architetto Paolo Cornacchini 
Architettura EcoSostenibile
Consulente Energetico CasaClima e Certificatore. Umbria e Centro Italia
Perugia (Marsciano)
www.studiocornacchini.it/

logo consulente casaclima2


Tag: ,

Invia una domanda